Assemblea costitutiva

ORDINE DEL GIORNO COSTITUTIVO DELLA C.I.S.L
L’Assemblea Generale delle Organizzazioni Sindacali di ogni ordine e grado aderenti alla LC.G.I.L, alla F.I.L ed alla U.F.A.I.L (Unione Federazioni Autonome Italiani Lavoratori) riunita in Roma il 30 aprile 1950

  • constatato che il processo di unificazione dei tre organismi è ormai una realtà acquisita per il Movimento dei Lavoratori Italiani;
  • riconosciuto con profonda soddisfazione che l’affermarsi del libero mondo del lavoro rappresenta un atto risolutivo della crisi sindacale italiana e la premessa di un nuovo potente impulso alla lotta che i lavoratori conducono per la loro legittima emancipazionesociale;
  • riconfermati solennemente i principi che determinarono ed hanno presieduto al processo di unificazione e che si traducono nell’impegno di suscitare nel paese un grande movimento sindacale unitario, organizzato nella più rigorosa indipendenza da ogni influenza esterna ed estranea e nel ripudio assoluto di qualsiasi formazione di corrente interna o discriminazione ideologica;
  • decide lo scioglimento delle Organizzazioni rappresentate (L.C.G.I.L., F.I.L e U.F.A.I.L),
  • proclama la costituzione della

CONFEDERAZIONE ITALIANA SINDACATI LAVORATORI

alla quale confluiscono, affratellate nello spirito della libertà e nella comune aspirazione all’unità nell’indipendenza, tutte le rispettive forze dei tre disciolti organismi.
L’Assemblea proclama inoltre che la C.I.S.L si fonda sulla seguente dichiarazione di princìpi:
“Le forze sindacali resesi libere e indipendenti da ogni forma di influenze esterne, convinte che, senza la faziosità di chi voleva fare dei sindacati veri e propri strumenti di partito, l’esperimento unitario iniziato dopo la liberazione si sarebbe potuto realizzare, solennemente concordano e decidono di riunificarsi in una sola organizzazione che prende il nome di C.I.S.L.. -
La C.I.S.L. sorge così per stringere … (omissis : cfr. testo inizio articolo)… Sulla base di questi fondamentali diritti dei lavoratori liberi, la nuova C.I.S.L. si propone i seguenti obiettivi:

  1. associare tutte le categorie di lavoratori in sindacati democratici, indipendenti da qualsiasi influenza esterna, sia politica che ideologica, e mirante esclusivamente alla difesa degli interessi dei lavoratori, ispirati al principio della supremazia del lavoro sul capitale, essendo il lavoro la più alta espressione di dignità dell’essere umano -
  2. elevare, nel quadro e nello spirito della più ampia solidarietà, il tenore di vita dei lavoratori ed in particolare le condizioni economiche e sociali delle categorie meno progredite, al fine di assicurare a tutti, sul piano economico e culturale, una condizione di vita adeguata allo sviluppo civile della nazione -
  3. realizzare completamente il principio del pieno impiego di tutte le energie lavorative del Paese, anche attraverso l’impulso all’istruzione tecnica e professionale dei lavoratori per conseguire la migliore qualificazione della mano d’opera -
  4. promuovere con ogni mezzo ed anche mediante radicali riforme la migliore utilizzazione di tutte le risorse attuali e potenziali della nazione
  5. promuovere con ogni mezzo la solidarietà economica tra i popoli e far riconoscere il principio della libera circolazione del lavoro nel mondo e del libero accesso alle materie prime
  6. stabilire e intensificare i rapporti di fraterna collaborazione con organizzazioni sindacali democratiche di altri Paesi, allo scopo di contribuire al benessere generale ed alla pace tra i popoli”.

L’Assemblea, infine, decide che tali princìpi siano sanciti nello Statuto della C.I.S.L., la cui redazione viene affidata ad una commissione così composta da: ANNESI ONOFRIO, CAPPUGI RENATO, CAVEZZALI PAOLO, COPPO DIONIGI, PINCI ERMANNO, TREBBI ERMANNO dell’Esecutivo della nuova Confederazione. Gli organi Confederali risultano così composti:
SEGRETERIA (omissis: cfr. inizio testo)
ESECUTIVO CONFEDERALE
Tutti i membri della Segreteria più: Annese – Arduini – Barni – Benigni – Binotti Bonamico – Calvi – Cappugi – Cardona – Elia – Fagnoni – Ferro – Formis Gestivo – Giannitelli – Macario – Muccioli – Pastotti – Pinci – Rapelli – Ricci Sabatini – Valmigli – Valsecchi – Volontà – Zini – Zino.

 

FOTO FONDATORI CISL

foto_assemblea